Fertilizzanti speciali
Prodotti naturali per la cura e per la crescita

OrtoGeagiardino

Prodotto universale

In sintesi

  • Concime professionale
  • Contiene azoto a lenta cessione
  • Con magnesio, ferro e zolfo
  • Ideale per orti e giardini

Descrizione

E’ un prodotto polivalente di elevata qualità adatto a soddisfare le esigenze dell’orto e del giardino.

Contiene azoto (in parte a lenta cessione), fosforo e potassio in quantità e rapporto adatto alle destinazioni d’uso.

Contiene magnesio, ferro e zolfo utile a tutte le specie orticole, alle piante da giardino, agli alberi da frutto ed ai tappeti erbosi.

Poiché è un concime complesso garantisce omogeneità di distribuzione.

Composizione

Azoto totale10%
Azoto organico2%
Azoto ammoniacale6%
Azoto ureico2%
Anidride fosforica totale5%
Anidride fosforica solubile in citrato ammonico neutro e in acqua5%
Anidride fosforica3%
Ossido di potassio solubile in acqua8%
Ossido di magnesio solubile in acqua2%
Anidride solforica solubile in acqua22%
Ferro totale1%
Carbonio organico di origine biologica7,5%
Concimi mineraliSolfato ammonico, urea, perfosfato semplice, fosfato biammonico, solfato di potassio.
Componenti organicheCuoio e pelli idrolizzate

Indicazioni sull’utilizzo

Colture orticole: dall’impianto (2 distribuzioni) gr 400/500 x 10mq

Alberi da frutto: Dalla ripresa vegetativa (2 distribuzioni) gr 500/600 x 10mq

Parchi e giardini: (2-3 distribuzioni) gr 400/600 x 10 mq

Tappeti erbosi: impianto gr 600x 10 mq; mantenimento (2-3 distribuzioni) gr 400/500 x 10 mq

Sacchetto da 10 kg.

Tipologia di coltura

DOMANDE UTILI

Domanda numero 1

Risposta numero 1
Concime appositamente studiato per garantire la corretta nutrizione di tutte le piante di orti e giardini.
L’origine completamente compatibile con l’agricoltura biologica dei componenti rende l’impiego di questo prodotto ideale per la nutrizione delle piante, nel rispetto dell’ambiente e dei prodotti alimentari (frutta e verdura)

Domanda numero 2

Risposta numero 2

Domanda numero 3

Il contenuto del toggle va qui